Nuova orchestra da camera "Ferruccio Busoni"
resp. Massimo Belli
via Settefontane, 23
34141 - TRIESTE (TS)

tel 040.308329 - 335.5713554
fax 040.308329
mail info@orchestrabusoni.it
web www.orchestrabusoni.it

 

L’ ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”

 

 “L’orchestra Busoni è molto buona dal punto di vista della qualità sonora, ed anche tecnicamente è molto ben preparata.  Massimo Belli ha dentro di sé un’emozione che trasmette, un’emozione positiva, un’ energia, ed è molto importante.” 

Salvatore Accardo

 

“Ma quant’è meraviglioso quando ci si trova improvvisamente di fronte ad un’esperienza di vita, in cui si é immersi in una piena e sana felicità! Per me é stato così quando ho incontrato questo meraviglioso gruppo di musicisti - la Nuova Orchestra Ferruccio Busoni e il suo Direttore M° Massimo Belli.

Ivry Gitlis

 

“La “Nuova Orchestra Busoni” è un organismo solido e pulsante nella vita musicale di Trieste. Con Massimo Belli alla guida, l’orchestra ha incominciato a dare dei risultati veramente soddisfacenti, direi quasi sorprendenti, mettendo in luce le qualità direttoriali di Massimo.”

Renato Zanettovich

 

 

L’ ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli è una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica della regione Friuli Venezia Giulia.

Svolge attività artistica di livello da più di quarantacinque anni e nel 2008 è stata riconosciuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia “organismo di interesse regionale”

Nel 2005 e nel 2010 per festeggiare il 40° e il 45° anniversario di attività artistica dell'orchestra, si sono tenuti alcuni concerti al Teatro Verdi di Trieste e al Teatro Verdi di Pordenone che hanno avuto un grande successo di pubblico e di critica, con la partecipazione straordinaria del violinista Salvatore Accardo.

L’ orchestra si è posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Austria, Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera, Tunisia e Italia, con solisti d’eccezione quali Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Domenico Nordio, Gianluca Littera, Michael Flaksman, Lucio Degani, Federico Agostini, Massimo Gon, Friedemann Eichhorn, Peter Bannister, Markus Placci, Priya Mitchell, Mauro Maur, Ivan Chiffoleau, Cristiano Rossi, Sandro De Palma, Dan Zhu, Niek De Groot, Mirel Iancovici, David Cohen, Daniel Rowland ecc.

Da sempre attenta alla diffusione della musica contemporanea ha al suo attivo molte prime esecuzioni assolute di compositori quali: Nieder, Sofianopulo, Margola, Conti, Viozzi, Coral, Dott, Visnoviz, Bellini, Levi ecc., alcune delle quali dedicate alla Busoni.

Fra le sue più significative esibizioni si ricordano nell’ottobre 2002 il concerto a Trieste per l’iniziativa Adriatico – Jonica, in occasione della visita del Presidente del Consiglio e dei ministri degli Esteri di vari paesi; il concerto per i festeggiamenti del 700° anniversario della Cattedrale di San Giusto a Trieste; i concerti nel Duomo di Loreto e nel Duomo di Ascoli Piceno, per le Settimane Musicali di Lugano e ai Festival Internazionali di Hammamet e di El Jem.

Il 6 marzo 2004 ha tenuto un concerto a Vittorio Veneto col violinista Markus Placci, vincitore del 26° Concorso Nazionale di Vittorio Veneto, dove nel corso della serata è stato assegnato il “Premio Musicarchi 2004 alla Carriera” a Renato Zanettovich (importante riconoscimento assegnato in precedenza a Claudio Abbado, Riccardo Muti, Salvatore Accardo e Piero Farulli).

Recensioni dei più illustri critici italiani sono apparse su importanti riviste:

“ … l’organismo straordinario che è l’Orchestra Busoni, diretta, a corpo unico, da Massimo Belli.” 

AMADEUS – Alberto Cantù

 “Il direttore Massimo Belli si supera nella seconda parte riservata ai dintorni strumentali delle nostre glorie operistiche… Ma il valore dell’orchestra che Belli sta guidando con tanto impegno è emerso soprattutto nel Quartetto in mi minore di Verdi: esecuzione di forte rilievo formale nella omogenea qualità del suono.”

MUSICA - Gianni Gori

 

L’orchestra è formata da affermati strumentisti vincitori di importanti concorsi internazionali, che possono vantare una lunga esperienza concertistica nel campo solistico e cameristico e tramandano la civiltà musicale del Trio di Trieste e del Quartetto Italiano di cui sono stati allievi.

La Busoni è l’ideatrice e principale interprete delle Mattinate Musicali al Museo Revoltella di Trieste, rassegna di musica da camera che vanta ormai dodici anni di attività.

L’ensemble ha inciso un CD per la casa discografica Velut Luna con Domenico Nordio, e numerosi con l’etichetta Rainbow, due dei quali contenente musiche di Franco Margola in prima registrazione mondiale.

Ha registrato per la Radio e la Televisione italiana, per SKY Classic e per Canale 5.

www.orchestrabusoni.it

 

 

THE "FERRUCCIO BUSONI" CHAMBER ORCHESTRA

 “The Busoni Orchestra is excellent as regards the quality of its sound, as well as being extremely well prepared technically.  Massimo Belli has within him a feeling which he transmits. It is a positive feeling, an energy, and that is very important.” 

Salvatore Accardo

 

“But how marvellous it is when you are suddenly confronted with a living experience where you are plunged into a full and wholesome happiness! That was so when I found myself with this wonderful group of musicians – the Nuova Orchestra Ferruccio Busoni and its conductor Maestro Massimo Belli.”

Ivry Gitlis

 

“The ‘New Busoni Orchestra’ is a solid, vibrant institution in the musical life of Trieste. With Massimo Belli at its head, the orchestra has begun to produce results that reveal Massimo’s qualities as a conductor, results that are truly satisfying – I would almost say astonishing.”

Renato Zanettovich

 

 

THE “FERRUCCIO BUSONI” CHAMBER ORCHESTRA,  a famous ensemble founded in 1965 by Aldo Belli, was one of the first chamber orchestras to appear in Italy during the post-war period, and is the oldest in the region of Friuli Venezia Giulia.

It has maintained a consistently high artistic standard for more than forty-five years, and in 2008 was recognised by the Region of Friuli Venezia Giulia as an “institution of regional importance”.

In 2005 and 2010 the orchestra celebrated its 40th and 45th anniversaries with concerts  in the Teatro Verdi of Trieste and that of Pordenone. Featuring the special appearance of the violinist Salvatore Accardo, they met with great popular and critical acclaim.

The orchestra has caught the attention of public and critics alike by its performances in Austria, Slovenia, Croatia, Germany, Switzerland, Tunisia and Italy, with soloists of exceptional calibre such as Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Domenico Nordio, Gianluca Littera, Michael Flaksman, Lucio Degani, Federico Agostini, Massimo Gon, Friedemann Eichhorn, Peter Bannister, Markus Placci, Priya Mitchell, Mauro Maur, Ivan Chiffoleau, Cristiano Rossi, Sandro De Palma, Dan Zhu, Niek De Groot, Mirel Iancovici, David Cohen, Daniel Rowland.

Ever ready to promote contemporary music, the orchestra has to its credit the premiere performances of a good number of works – some of them dedicated to the Busoni Orchestra – by such contemporary composers as Nieder, Sofianopulo, Margola, Conti, Viozzi, Coral, Dott, Visnoviz, Bellini.

The orchestra’s more memorable performances include: the concert in October 2002 which, thanks to the Adriatic-Ionian Initiative, was held in Trieste on the occasion of the visit of the Italian Prime Minister and the Foreign Ministers of various other countries; the concert given as part of the celebrations of the 700th anniversary of the Cathedral of San Giusto in Trieste; the concerts held in the Cathedrals of Loreto and Ascoli Piceno, together with those given in the Lugano “Music Weeks” and the International Festivals of Hammamet and El Jem.

On March 6th 2004 the orchestra gave a concert in Vittorio Veneto with the violinist Markus Placci, winner of the 26th National Competition of Vittorio Veneto. In the course of the evening the “Premio Musicarchi 2004 alla Carriera” was awarded to Renato Zanettovich (a major award previously granted to Claudio Abbado, Riccardo Muti, Salvatore Accardo and Piero Farulli).

 

Reviews by the most distinguished Italian critics have appeared in eminent journals:

“ … the extraordinary institution which is the Busoni Orchestra conducted, as an undivided entity, by Massimo Belli.”  AMADEUS – Alberto Cantù

 

 “The conductor Massimo Belli surpasses himself in the second part, given over to the instrumental passages of  our operatic glories … But the quality of the orchestra Belli is conducting with such dedication emerges in Verdi’s Quartet in E Minor in particular: a rendition of striking formal emphasis within the well-blended quality of the sound.” Gianni Gori – MUSICA

 

The orchestra is made up of well-known instrumentalists, winners of important international competitions, who can boast extensive concert experience as both soloists and members of chamber groups, and who pass on the musical culture of the Trio di Trieste and the Quartetto Italiano –  whose pupils they themselves were.

The Busoni Orchestra is the creator and principal performer of the Mattinate Musicali at Trieste’s Museo Revoltella, providing a rich variety of chamber music which has by now been active for twelve years.

The ensemble has recorded a CD for the record company Velut Luna with Domenico Nordio, and several others under the Rainbow label, two of which include music of Franco Margola, recorded for the very first time.

The orchestra has also recorded for Italian Radio and Television, for SKY Classic and for Channel 5.

 

www.orchestrabusoni.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Utility

Newsletter

invia

Inviando acconsento al trattamento dei miei dati personali
(ai sensi della legge 675/96 e succ. modif.)