Società del Quartetto di Vicenza
resp. Paolo Pigato
Vicolo cieco Retrone, 24
36100 - Vicenza (VI)

tel +39.0444.543729
fax +39.0444.543546
mail info@quartettovicenza.org
web www.quartettovicenza.org

La Società del Quartetto di Vicenza è una delle associazioni concertistiche più attive a livello nazionale.
Lo testimoniano i crescenti consensi di pubblico (20 mila spettatori ogni anno), la costante attenzione da parte degli organi di informazione, la considerazione degli Enti pubblici e delle aziende private che - con il loro sostegno economico - rendono possibile una programmazione ricca di artisti fra i più acclamati nel panorama concertistico internazionale.

La storia del sodalizio affonda le sue origini nel lontano 1910 (Antonio Fogazzaro ne fu in primo presidente) e da allora non c'è grande solista o affermata formazione cameristica che non abbiano fatto tappa a Vicenza.
Arturo Benedetti Michelangeli, Sviatoslav Richter, Arthur Rubinstein, Maurizio Pollini, Claudio Arrau, Wilhelm Kempff, Nathan Milstein, Yehudi Menuhin, Salvatore Accardo, Isaac Stern, Uto Ughi, Mstislav Rostropovich, Andrés Segovia, András Schiff… sono solo alcuni fra i protagonisti di concerti memorabili che si sono tenuti al Teatro Olimpico, il gioiello palladiano considerato da molti il più bel teatro al mondo.
Accanto ai grandi interpreti l'Associazione ha sempre voluto dare spazio, nelle sue linee programmatiche, ai giovani talenti diplomatisi nei Conservatori italiani svolgendo, in tal modo, un importante ruolo di valorizzazione delle nuove generazioni di musicisti.

Altrettanto ricche ed interessanti sono le proposte musicali dell'associazione con programmi che - in migliaia di concerti - hanno abbracciato praticamente tutta la storia della musica, ivi comprese le nuove tendenze del repertorio moderno e contemporaneo.
Ecco, allora, i cicli e le rassegne monografiche, le esecuzioni integrali dei capolavori del Settecento e dell'Ottocento, il Barocco, la Musica Contemporanea e le frequenti "incursioni" nella musica etnica e popolare, nel repertorio jazzistico, nella musica da film…

La scommessa, per gli anni a venire, è di far scoprire a sempre più ampie fasce di pubblico il grande repertorio della musica.
Una Musica che - al di la' dell'essere etichettata come "Classica" - vuole essere soprattutto una Musica che appassiona e coinvolge.

Utility

Newsletter

invia

Inviando acconsento al trattamento dei miei dati personali
(ai sensi della legge 675/96 e succ. modif.)