Settimane Musicali al Teatro Olimpico
resp.
Piazzale Giusti, 23
36100 - Vicenza (VI)

tel 0444 302425
mail [email protected]
web www.settimanemusicali.eu

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico nascono nel 1992 con l'intento di portare la grande musica classica in uno dei luoghi più suggestivi al mondo, il Teatro Olimpico di Vicenza.

Il Teatro, progettato da Andrea Palladio nel 1580, si è miracolosamente conservato intatto fino ai nostri giorni ed è considerato, a distanza di quasi cinquecento anni, il più antico teatro coperto del mondo. Assieme a ville e palazzi progettati da Palladio, fa parte del Patrimonio Mondiale protetto dall'Unesco.

Il Festival si svolge tra la metà di maggio e la metà di giugno, uno dei pochi periodi dell'anno in cui il Teatro viene utilizzato per spettacoli.

Direttore artistico dalla fondazione fino al 2018 è stato Giovanni Battista Rigon, direttore d'orchestra e pianista italiano. Negli anni la programmazione del Festival si è arricchita tra opera lirica, concerti sinfonici e da camera, conferenze musicologiche. Rigon ne ha fatto un Festival prestigioso, unico a portare, dal 2004, l’opera lirica al Teatro Olimpico. Un fatto che è valso alla rassegna il premio Abbiati della critica italiana, il più alto riconoscimento nazionale per la musica operistica.

Il Festival è stato anche membro all'EFA, European Festival Association, assieme a realtà straordinarie tra cui BBC Proms, Lucerne Festival, Berliner Festspiele, Zurcher Festspiele, Prague Spring Festival e - in Italia - ROF di Pesaro, Ravenna Festival, Merano e Stresa Festival, MiTo Settembre Musica.

 

Dalla stagione 2019 la direzione artistica del Festival è affidata a Sonig Tchakerian. Sonig, violinista italiana di origine armena, è vincitrice di premi internazionali al Paganini di Genova, all'ARD di Monaco di Baviera e al Gui di Firenze, ed è docente di violino ai Corsi di Alto Perfezionamento dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

A caratterizzare fin dai primi anni le Settimane Musicali sono stati i concerti di musica da camera con gli Incontri di solisti. Celebri strumentisti hanno formato trii, quartetti, quintetti esclusivamente per questa occasione: ne sono usciti momenti musicali eccezionali, con i più straordinari musicisti italiani , assieme a star internazionali quali Martha Argerich, Raina Kabaivanska, Alicia De Larrocha, Shlomo Mintz, Steven Isserlis, Frank Peter Zimmermann.

Concerti spesso registrati e trasmessi da RAI Radio Tre.

La programmazione di Sonig per il 2019, In Cammino, riprende il 'viaggio' cominciato nel 1992 .

Con i concerti di musica da camera si parte da Venezia verso Buenos Aires, dall'Ararat fino a Parigi, da Vinci nel mondo... in cammino tra i popoli, le culture, i sentimenti che raccontano nei secoli la nostra storia, con quell'intimità che solo la grande musica riesce a svelare.

Come di tradizione affiancano i concerti di musica da camera altre iniziative importanti soprattutto rivolte ai giovani talenti:

il Progetto Giovani, tre appuntamenti in Odeo del Teatro Olimpico, con i vincitori del Premio Venezia, del Premio Brunelli e della borsa di studio all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia; il Mu.Vi che, arrivato alla quarta edizione, ormai per tradizione apre il Festival In Cammino tra i palazzi del centro storico di Vicenza, con straordinari musicisti senza limiti di età, perchè la musica è davvero per tutti.

Attese anche le conversazioni prima dei concerti con illustri musicologi in un piacevole colloquio con il pubblico: per un ascolto più consapevole e appassionante dei programmi proposti.

Utility

Newsletter

invia

Inviando acconsento al trattamento dei miei dati personali
(ai sensi della legge 675/96 e succ. modif.)