Novità

05.10.2015 | @AGISCOM n. 194 del 2.10.2015

MiBACT: anticipazioni 2015, prime istanze
Con Circolare 25 settembre 2015 il Direttore generale richiama e comunica i criteri e le modalità per
l’erogazione delle anticipazioni sui contributi FUS assegnati per l'anno 2015 PRIME ISTANZE.
La materia è regolata dall'art. 6, comma 1 Erogazione del contributo, del D.M. 1° luglio 2014.
I soggetti con i requisiti indicati in Circolare possono inviare la domanda in carta semplice, a mezzo
posta elettronica, utilizzando la modulistica allegata. Gli organismi richiedenti vorranno
indicare, nell'oggetto della mail, ambito, settore e articolo del D.M. 1 luglio 2014 a titolo del quale si è
ottenuto il finanziamento.
Questi gli indirizzi:
dg-s.musica@beniculturali.it per organismi finanziati in ambito Musica
dg-s.teatro@beniculturali.it per organismi finanziati in ambito Teatro
dg-s.danza@beniculturali.it per organismi finanziati in ambito Danza
dg-s.circhi@beniculturali.it per organismi finanziati in ambito Circhi e Spett. Viaggiante
dg-s.multidisciplinare@beniculturali.it per organismi finanziati in ambito Multidisciplinare
documenti correlati su http://www.spettacolodalvivo.beniculturali.it/index.php/news-contributi/578-
anticipazioni-2015-prime-istanze

10.07.2015 | AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO A RASSEGNE E FESTIVAL DI SPETTACOLO DAL VIVO

07/07/2015 - Si informa che il 06/08/2015 scadranno i termini per la presentazione delle domande per l’Avviso Pubblico per il sostegno a Rassegne e Festival di spettacolo dal vivo nella Regione Lazio ai sensi della Legge Regionale 15/2014.

A) Soggetti beneficiari

Associazioni, costituite per atto pubblico o scrittura privata registrata, fondazioni e cooperative, che svolgono attività nel campo dello spettacolo e della promozione culturale, che non svolgono attività partitiche oppure realizzano iniziative politiche. Sono esclusi dal presente bando enti ed organismi finanziati direttamente dal Bilancio della e le imprese in difficoltà ai sensi del Regolamento 651/2014/UE.

B) Caratteristiche dei progetti
  • Rassegne e Festival di teatro, musica e danza, costituiti da pluralità di spettacoli ospitati, prodotti o coprodotti nell’ambito di un coerente progetto culturale
rivolti a favorire:
  • l'innalzamento del livello artistico dell'offerta di spettacolo;
  • la formazione di nuovo pubblico;
  • l’incontro con i nuovi linguaggi dello spettacolo e la multidisciplinarietà;
  • la promozione attraverso lo spettacolo delle eccellenze artistiche, archeologiche, storiche, ambientali e paesistiche del territorio;
con  le seguenti caratteristiche:
  • iniziative esclusivamente di spettacolo dal vivo con ricorrenza di almeno tre anni;
  • Programmazione di minimo 12 spettacoli di teatro, musica e danza;
  • Capacità di rappresentare un ruolo di particolare rilievo per la politica culturale della regione per la qualità dei programmi realizzati, la loro diffusione, le caratteristiche artistiche ed organizzative, il coinvolgimento di artisti e personalità di livello nazionale ed internazionale;
  • Radicamento sul territorio documentato anche dalla partecipazione di ampie fasce di pubblico;
  • Capacità delle iniziative di sviluppare la conoscenza dei cittadini, riqualificando e valorizzando l’identità del territorio;
  • Definizione ed attuazione di un adeguato programma di comunicazione con significative  presenze sui media. 
Saranno escluse le istanze riguardanti attività turistiche, religiose, le sagre e le iniziative delle pro-loco, anche se accompagnate da attività di spettacolo.

C) Presentazione delle istanze

Per partecipare al bando i soggetti interessati devono presentare domanda utilizzando esclusivamente  la procedura informatica ed inviarla anche in forma cartacea.

Conclusa la procedura on line, che rimarrà disponibile fino alle ore 12.00 del 6 agosto 2015, il sistema permetterà la stampa dell’intera domanda..

La stessa, sottoscritta in ogni pagina dal legale rappresentante dell'organismo richiedente, dovrà essere spedita, completa di tutti gli allegati, in un plico a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, alla Regione Lazio - Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili- Area GR0703 - Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 Roma, oppure consegnata a mano al servizio Accettazione della Regione, allo stesso indirizzo, entro il termine di scadenza. I plichi dovranno riportare la dicitura: Avviso pubblico per il sostegno a Rassegne e Festival di spettacolo dal vivo nella Regione Lazio.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

L’invio della domanda mediante modalità diverse da quelle indicate dal presente bando od oltre il termine sopra indicato sarà  motivo di esclusione. La documentazione presentata non sarà restituita.

Non verranno prese in considerazione le istanze:
  • presentate fuori termine;
  • non presentate secondo le modalità indicate nell’avviso;
  • pervenute da soggetti privi dei requisiti previsti;
  • non riguardanti iniziative esclusivamente di spettacolo dal vivo con ricorrenza di almeno tre anni consecutivi;
  • che non prevedano la programmazione di minimo 12 spettacoli di teatro, musica e danza;
  • riguardanti le attività turistiche, religiose, le sagre, le iniziative delle pro-loco, anche se accompagnate da attività di spettacolo
Il sostegno regionale non potrà essere superiore a € 50.000,00

Al soggetto beneficiario dei contributi  è fatto obbligo del puntuale rispetto delle disposizioni contenute nell’art. 20 della L.R. n. 16 del 20 maggio 1996 “1. Tutti i soggetti beneficiari di contributi finanziari da parte della Regione Lazio, ivi compresi quelli di provenienza statale e comunitaria, sono obbligati negli atti di informazione, compresi manifesti e cartellonistica, a citare espressamente le fonti finanziarie dalle quali derivano i contributi medesimi….”.

I beneficiari dei contributi sono inoltre tenuti a trasmettere tutte le informazioni che verranno richieste a fini informativi e/o statistici.

Per informazioni amministrative e di merito o per chiarimenti sulla procedura informatica per la presentazione delle domande rivolgersi al seguente contatto: spettacolodalvivo@regione.lazio.it.

Per partecipare al bando clicca qui              

27.05.2015 | @AGISCOM n. 186 del 22.5.2015

Incontro del presidente Fontana con il direttore generale Nastasi
In esito alle sollecitazioni ricevute e alle legittime preoccupazioni espresse dalle Presidenze delle componenti categoriali organizzate nonché da singoli operatori, negli incontri personalmente avuti, il 19 maggio il presidente dell’Agis, Carlo Fontana, ha incontrato il direttore generale dello Spettacolo dal Vivo del MiBACT, Salvatore Nastasi.
Il Direttore ha tenuto a precisare che entro il mese di giugno l’Amministrazione provvederà all’erogazione dei saldi e delle anticipazioni ai soggetti in possesso dei prescritti requisiti. Ha altresì comunicato che è stato stilato un calendario dei lavori delle Commissioni Consultive di settore. Con specifico riferimento all’area del teatro di prosa, il Direttore ha sottolineato che la competente Commissione Consultiva non ha ancora completato i suoi lavori, che, il 3 giugno verranno ultimati con riferimento ai Centri di produzione, mentre nel periodo 15/20 giugno saranno all’esame le imprese di produzione.
Con riferimento all’annunciato provvedimento di Legge per lo Spettacolo dal Vivo collegato alla Legge di stabilità, nell’esprimere apprezzamento e attenzione per il documento già presentato alle istituzioni dalla Presidenza Agis, è stato rinnovato l’invito alle categorie a voler far pervenire, tramite l’Agis, ulteriori integrazioni e contributi specifici.

27.05.2015 | dal MiBACT

Consuntivi 2014. Attenzione! - Ultima modifica il Lunedì, 25 Maggio 2015 11:41

PROCEDURA E TERMINI

Si rammenta che, come da DM 1 luglio 2014 art. 50 comma 6, il termine ultimo per la presentazione dei consuntivi per le attività 2014 è il 31 maggio 2015. Poiché il giorno è festivo la scadenza si intende prorogata al 1 giugno 2015.
La procedura on line per presentazione della documentazione, accessibile già dal 5 febbraio 2015, sarà inaccessibile alla scadenza e, quanto all'invio della documentazione cartacea, farà fede la data del timbro postale.
Per accedere alla procedura clicca qui
Per ulteriori precisazioni, continua a leggere.

Sono esclusi dal termine del 31 maggio 2015 (1 giugno 2015) i Complessi bandistici che possono presentare il consuntivo entro il consueto termine del 31 dicembre 2015. Si precisa inoltre che per i soggetti beneficiari di contributi a i sensi degli gli art. 11, 12 e 14 del DM 20 novembre 2007 (Circhi e Spettacolo Viaggiante) il termine scade invece entro e non oltre dodici mesi dalla data di avviso di ricevimento, da parte dell'Amministrazione, della notifica di assegnazione del contributo anno 2014.
S i fa presente, inoltre, che in caso di mancata presentazione entro i termini della documentazione consuntiva prevista, sarà disposta la decadenza del contributo concesso per l'attività 2014 con conseguente recupero della anticipazione eventualmente erogata.Per accedere alla procedura clicca qui.

27.04.2015 | Agis: riunione allargata delle associazioni musica

da AGISCOM n. 184
Lo scorso 16 aprile, su iniziativa del Presidente dell’AGIS Carlo Fontana, si è svolta una riunione allargata alle associazioni musicali anche non aderenti a Federmusica e all’AGIS chiamate a pronunciarsi sull’opportunità, avvertita come un’esigenza dalla Presidenza Fontana che ne ha fatto una delle linee guida del mandato ricevuto un anno e mezzo fa, di tornare a fare dell’AGIS oltre che un sindacato d’impresa, anche il luogo di confronto per l’elaborazione di indirizzi unitari sulla politica dello spettacolo.
All’incontro, a cui erano presenti Franco Punzi, Presidente Federmusica, Giuseppe Gherpelli, Presidente ATIT, Marco Parri, Presidente ICO, Alfonso Malaguti, Presidente AIAC, Francesco Pollice, Presidente AIAM, Vincenzo Spera, Presidente Assomusica, Andrea Romita, Presidente ANBIMA, Francesco Maria Perrotta, Presidente Italiafestival, Gianni Pini, Presidente J – Jazz, Claudio Lepore, Presidente ANTAL, Walter Vergnano, Presidente ANFOLS, Maria Di Freda, direttore generale Fondazione La Scala, Michele Dall’Ongaro, Presidente Fondazione Accademia nazionale di S. Cecilia e Dalila Sena, in rappresentanza di AGON, il Presidente Fontana ha espresso la necessità che il settore della musica in AGIS recuperi quell’unità di intenti che aveva in passato e che trovi un luogo di riferimento comune per fare sintesi sulle diverse problematiche e definire un’azione congiunta nei confronti della classe politica governante.
L’occasione concreta che si affaccia per dare vita a questa alleanza tra forze associative diverse, di cui solo una parte ha trovato nell’attuale Federazione la sede più indicata per un confronto, è il disegno di legge collegato alla legge di stabilità 2015 sullo spettacolo dal vivo che il Governo si accinge a presentare.
Unanime è stato l’accordo con l’iniziativa promossa dal Presidente Fontana e i presenti si sono impegnati a lavorare insieme per redigere, in tempi rapidi, un documento di principi generali sulla riforma della legge n. 800 del 1967 per un nuovo assetto della musica che tenga conto dei cambiamenti intervenuti in quasi cinquant’anni, ferma restando la finalità pubblica che continuano ad esercitare le istituzioni musicali, indipendentemente dalla loro forma giuridica, che giustifica, e continuerà a farlo, il contributo pubblico erogato dallo Stato, dalle Regioni e dagli Enti locali.
Una volta redatto e condiviso, il documento di proposta sarà reso pubblico e rappresentato al Governo e al Parlamento da un settore musicale che in AGIS ritrova in questo “modus operandi” la sua unità che, in una seconda fase, potrà avere un riflesso anche a livello organizzativo, attraverso un coordinamento di lavoro che sarà gestito da un collegio di cui è parte il Presidente di Federmusica, Franco Punzi, per i meriti associativi e le capacità professionali a questi riconosciuti dal Presidente Fontana e
dall’unanimità del consesso.
(Notizia a cura di Pier Paolo Pascali)

27.04.2015 | CEMAT: incontro con le organizzazioni del settore

@AGISCOM n. 183 del 14.4.2015
Che la musica sia un mondo estremamente articolato e differenziato, popolato di soggetti che non si riducono alle sole realtà disciplinate per legge e che scavalcano anche le classificazione tradizionale dei generi, è un dato di consapevolezza comune che ha avuto una sua rappresentazione evidente nella riunione promossa dal CEMAT e favorita dall’AGIS che si è svolta lo scorso 21 aprile.

Con Gisella Belgeri, Presidente del CEMAT, che ha presieduto l’incontro, erano presenti dodici organizzazioni impegnate in diversi ambiti del settore musicale: dai Centri di produzione e di creazione musicale con l’ausilio delle tecnologie (Tempo reale, C.R.M., AGON, che puntano al riconoscimento di strutture dotate sia di strumenti acustici e di nuova liuteria che di mezzi tecnologici – informatici per sostenere la creazione di progetti innovativi anche a carattere interdisciplinare), agli enti di sostegno dei giovani talenti (l’Associazione Lya De Barberiis per valorizzare la musica del ‘900 con un’attività polivalente che spazia dalla stagione concertistica alla didattica, dall’editoria, al concorso di fotografia e l’Associazione Farulli tesa a dare seguito operativo alla concezione che della musica aveva il maestro Piero Farulli di renderla un bene di uso quotidiano come il pane); dai Centri di documentazione e digitalizzazione del ‘900 musicale (l’Associazione Nomus che fa un lavoro non solo di archiviazione, ma anche di attivazione per rendere viva la memoria con convegni e proiezioni audio visive che rimettono in circolazione il materiale raccolto attraverso un lavoro di solo volontariato e la Fondazione Isabella Scelsi per la conservazione del patrimonio di Giacinto Scelsi, compositore italiano noto per i suoi lavori di musica micro tonale, che è un centro complessivo di riferimento culturale internazionale, partendo da un sapere specifico che è quello musicale a cui unisce altre espressioni dell’arte e della cultura), ai soggetti impegnati sulla Musica contemporanea (l’Associazione Nuova Consonanza, storica realtà romana dei compositori nata nel 1969 per promuovere la musica contemporanea e di avanguardia con il Festival annuale ed altre iniziative di vario segno e la Fondazione Adkins Chiti: Donne in musica, un’organizzazione internazionale che sostiene e promuove il ruolo delle donne come creatrici della musica e musiciste, molto attiva in azioni di rivendicazione di una particolare tutela artistica di genere che ha trovato ascolto e attenzione da parte dell’Unione Europea); da organismi che superano la distinzione in generi (l’Associazione Tenuta dello scompiglio (nomen omen…) che si muove su attività multi e interdisciplinari allo stato non riconducibili a quelle riconosciute dal Ministero nel decreto ministeriale, che adottano il linguaggio del contemporaneo in un mix artistico che trova spazio in mostre e residenze), ai piccoli complessi musicali che svolgono attività concertistica (l’Ensemble Imago, uno tra i tanti gruppi auto gestiti che in AGIS ebbero sino al 1972 una propria rappresentanza categoriale nell’AIMAS, fondata da Carlo Marinelli). Dal confronto che c’è stato tra realtà così diverse, che hanno la matrice comune di essere rappresentate dagli artisti in prima persona senza l’intermediazione di altri soggetti, è emersa in maniera unanime l’esigenza, a cui avevano peraltro aderito altri trentuno organismi che non hanno potuto partecipare, di trovare una voce univoca per avere un’interlocuzione più efficace e strutturata con le istituzioni, senza tuttavia fare affidamento solo a categorie già esistenti o a crearne di nuove, ma dando vita ad una rete di interessi omogenei in cui ciascuno dei soggetti partecipanti possa conservare le proprie specificità e al contempo individuare gli obiettivi condivisi in un’azione di lobbying sul piano nazionale ed europeo che abbia nell’AGIS la propria casa comune di riferimento.
Alla riunione, aperta dal Presidente dell’AGIS Carlo Fontana il quale ha sottolineato la necessità di ricostituire l’unità dei settori sui temi della politica e della cultura dello spettacolo anche attraverso incontri informali come questo, sono intervenuti il sovrintendente dei beni archivistici del Lazio e coordinatore degli Archivi del Servizio Nazionale del Mibact, Mauro Tosti Croce, che ha rilevato l’interesse diffuso che dopo la seconda metà degli anni ’90 hanno avuto gli archivi musicali, indicando anche le potenzialità derivanti dai sistemi di digitalizzazione e Cristina Loglio che, nella doppia veste di consulente dell’AGIS per l’Europa e di presidente del “Tavolo tecnico Europa creativa”, nominata dal Mibact, ha illustrato con dovizia di particolari i programmi diretti e indiretti che l’Unione Europea mette a disposizione degli operatori, nel quadro più generale delle linee della politica culturale europea.
(Notizia a cura di Pier Paolo Pascali)

25.03.2015 | Risultati Assemblea AIAM marzo 2015

20 marzo 2015
Alla carica di Presidente è stato eletto Francescantonio Pollice dell’A.M.A. Calabria. Al Consiglio Direttivo sono stati eletti Salvatore Carruba della Società del Quartetto di Milano, Maurizio Cocciolito dei Solisti Aquilani, Giovanni Antonioni della Camerata Musicale Barese di Bari, Piero Niro degli Amici della Musica di Campobasso e Giorgio Pugliaro dell’Unione Musicale di Torino. Al collegio dei Revisori sono stati eletti Gisella Belgeri della Federazione CEMAT, Lucio Fumo della Società dei Concerti e del Teatro Luigi Barbara e Maddalena da Lisca di Bologna Festival.
Un insieme di personalità estremamente rappresentative di tutto il territorio nazionale che auspicano di dare un contributo per la valorizzazione delle attività musicali in Italia.

30.05.2014 | Orazio Sciortino, pianoforte

TALENTI
Giovedì 5 giugno ore 20.30              
Oratorio San Filippo Neri

Orazio Sciortino pianoforte

musiche di Beethoven, Bartók, Brahms, Skrjabin

Informazioni: Bologna Festival 051 6493245

Biglietteria Bologna Welcome 051 231454

www.bolognafestival.it

------------------------------------------------------------------------------------
Paola Soffià

Ufficio Stampa Bologna Festival
tel 051 6493397 - cell 3287076143
via Lame 58 - 40122 Bologna

 

31.03.2014 | indagine conoscitiva

Cari soci,

su proposta del Presidente Fumo, nel corso dell'ultima riunione che ha avuto luogo a Roma il 27 marzo u.s.,  il consiglio direttivo dell'AIAM ha deliberato di effettuare, presso tutte le istituzioni iscritte alla nostra associazione, una indagine conoscitiva volta a verificare il comportamento degli uffici SIAE sul territorio nazionale in ordine alla richiesta effettuata da alcune sedi SIAE  del pagamento di una imposta sui contributi pubblici e, in taluni casi, persino sulla sovvenzione statale erogata per lo svolgimento delle nostre attività.
Ciascuno di Voi è invitato a segnalare alla sottoindicata mail del Presidente
 
Pescara Jazz <info@pescarajazz.com>
 
eventuali richieste in tal senso pervenute dagli uffici SIAE.
 
Mi è gradita l'occasione per inviare, anche a nome del Presidente, i saluti più cordiali.
Francescantonio Pollice
responsabile coordinamento soci

31.03.2014 | On line procedure per consuntivi 2013

Cari Colleghi,
su disposizione del Presidente Dott. Lucio Fumo, Vi comunico che è attiva a procedura on line per i consultivi 2013.
Info possono essere tratte cliccando sul seguente link:
http://www.spettacolodalvivo.beniculturali.it/index.php/news-contributi/397-consuntivi-attivita-2013
 
Con i saluti più cordiali
Francescantonio Pollice


 

--
Francescantonio Pollice
Direttore Artistico
A.M.A. Calabria
via P. Celli, 23
88046 Lamezia Terme
tel 0968 24580
mob 339 160 1953

Utility

Newsletter

invia

Inviando acconsento al trattamento dei miei dati personali
(ai sensi della legge 675/96 e succ. modif.)